Vai a…

Napoli Art Magazine on LinkedInRSS Feed

19 novembre 2017

Titti Nuzzolese

Suoni&Scene presenta “Torre Turbolo 2017”

Lunedì 7 agosto 2017 sul Sagrato dell’Antica Cattedrale di Massa Lubrense, nel largo che porta il nome del Vescovado, sarà presentata la rassegna di spettacoli “Torre Turbolo suoni e scene 2017” promossa dall’ Amministrazione Comunale, assessorati Turismo e Cultura, e affidata per l’organizzazione alla Suoni e Scene con la direzione artistica di Bruno Tabacchini. La

Suoni&Scene presenta “Torre Turbolo 2017”

Lunedì 7 agosto 2017 sul Sagrato dell’Antica Cattedrale di Massa Lubrense, nel largo che porta il nome del Vescovado, sarà presentata la rassegna di spettacoli “Torre Turbolo suoni e scene 2017” promossa dall’ Amministrazione Comunale, assessorati Turismo e Cultura, e affidata per l’organizzazione alla Suoni e Scene con la direzione artistica di Bruno Tabacchini. La

Suoni&Scene presenta “Torre Turbolo 2017”

Lunedì 7 agosto 2017 sul Sagrato dell’Antica Cattedrale di Massa Lubrense, nel largo che porta il nome del Vescovado, sarà presentata la rassegna di spettacoli “Torre Turbolo suoni e scene 2017” promossa dall’ Amministrazione Comunale, assessorati Turismo e Cultura, e affidata per l’organizzazione alla Suoni e Scene con la direzione artistica di Bruno Tabacchini. La

L’Associazione ProCulTur Presenta Summer Time Theater

Nell’incantevole cornice di Villa Fiorentino a Sorrento(corso Italia n.53), l’Associazione culturale ProCulTur, che da oltre 20 anni promuove iniziative di musica, danza e teatro, ha organizzato la rassegna Summer Time Theater 2017. Si tratta di una serie di eventi che si susseguiranno dal 5 al 19 agosto secondo il seguente calendario: Sabato 5 agosto (ore 21:30) l’attrice

Rassegne teatrali previste a Massa Lubrense e Sorrento- agosto 2017

L’Associazione ProCulTur Presenta Summer Time Theater Nell’incantevole cornice di Villa Fiorentino a Sorrento(corso Italia n.53), l’Associazione culturale ProCulTur, che da oltre 20 anni promuove iniziative di musica, danza e teatro, ha organizzato la rassegna Summer Time Theater 2017. Si tratta di una serie di eventi che si susseguiranno dal 5 al 19 agosto secondo il seguente

EBBREZZE LETTERARIE 10 racconti di 10 scrittori napoletani per celebrare il decennale di Wine&Thecity a cura di Diego Nuzzo Hart Cinema Food Music Giovedì 25 maggio, ore 20.30

Giovedì 25 maggio, alle ore 20.30, sul palco di Hart Cinema Food Music di via Crispi, va in scena “Ebbrezze Letterarie” il progetto ideato e curato dallo scrittore Diego Nuzzo per celebrare i 10 anni di Wine&Thecity, la rassegna che dal 2008 promuove la cultura del vino e coltiva ebbrezza creativa: un evento dedicato alla narrazione

Teatro dell’Osso presenta Da giovedì 1 a domenica 11 dicembre (giovedì-venerdì e sabato ore 21:00 – domenica ore 18:00) presso il Nuovo Teatro Sancarluccio di Napoli, si terrà lo spettacolo Frida con Titti Nuzzolese e Peppe Romano scritto e diretto da Mirko Di Martino.

“Non ho mai dipinto sogni. Ho dipinto la mia realtà”, ha più volte ripetuto la grande artista messicana Frida Kahlo. Parte da questo spunto lo spettacolo “Frida”, che racconta i dipinti di Frida a partire dalle sue lettere, oppure, al contrario, la vita di Frida a partire dai suoi dipinti: il testo è infatti scritto

“CINQUE BICCHIERI DI VINO” TEATRO E VINO ALLE GALLERIE DI PALAZZO ZEVALLOS STIGLIANO

Mercoledì 18 maggio, le Gallerie di Palazzo Zevallos Stigliano, sede museale e culturale di Intesa San Paolo a Napoli, nell’ambito della IX edizione di Wine&Thecity, ospitano “Cinque bicchieri di vino” lo spettacolo scritto e diretto da Mirko Di Martino. In scena Orazio Cerino, Titti Nuzzolese, Nello Provenzano, Marianita Carfora e Diego Sommaripa per un singolare connubio di teatro brillante

Giovedì 28, venerdì 30 aprile e domenica 1 maggio (giovedì e sabato ore 21:00 domenica ore 18:00) al Nuovo Teatro Sancarluccio di Napoli si terrà lo spettacolo Mulignane, da un racconto di Francesco Prisco, con Gea Martire per la regia di Antonio Capuano.

Una storia di donna. Questa donna non ha nome, Ha un’identità che si spande e si diffonde nella solitudine di un femminile che non fa della solitudine fierezza, baldanza, indipendenza, ma timore di inadeguatezza e di bruttezza. La nostra cultura che “fa pantano e feta”, spruzza sulla donna non legata a un uomo un sentore