Vai a…

Napoli Art Magazine on LinkedInRSS Feed

18 novembre 2017

mostra SOS Partenope che approderà all’Acquedotto Augusteo del Serino


SOS Partenope. 100 artisti per il libro della città” arriva nel rione Sanità. La mostra, organizzata da
ilmondodisuk, in collaborazione con l’assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Napoli, si
trasferisce nel suggestivo scenario dell’Acquedotto Augusteo del Serino. Venerdì 24 novembre, alle
17.30, inaugurerà la nuova tappa dell’esposizione l’incontro con Jean-Noël Schifano che parlerà di
Napoli e del suo “Dizionario appassionato”. Ci sarà un intervento musicale di Aurora Giglio e
Vittorio Cataldi, “La posteggia napoletana: orgoglio e identità”. L’evento è organizzato in sinergia
con l’associazione VerginiSanità che opera nel quartiere omonimo per contribuire al rilancio storico
e artistico dell’area situata nel cuore antico di Napoli.
SOS Partenope. 100 artisti per il libro della città” è la mostra itinerante realizzata grazie alla
donazione di circa 140 artisti italiani e stranieri per finanziare la traduzione e la pubblicazione del
libro “Dictionnaire amoureux de Naples” di Jean-Noël Schifano lanciata dalla società cooperativa
ilmondodisuk. Obiettivo: diffondere l’autentica immagine di Napoli in quasi 600 pagine. Terminata
la prima parte della campagna di crowdfunding (con la raccolta di 10,540 euro sulla piattaforma
Meridonare), che ha permesso di raggiungere il primo traguardo (acquisire i diritti di pubblicazione
della casa editrice Plon e tradurlo), si dà vita ora alla seconda per impaginare, stampare e diffondere
il volume che in italiano sarà “Dizionario appassionato di Napoli”.
Per partecipare al progetto
https://www.meridonare.it/progetto/sos-partenope2
Il progetto SOS Partenope
È un progetto di crowdfunding lanciato dalla società cooperativa ilmondodisuk (portale, e-
magazine, casa editrice) per finanziare la pubblicazione in italiano del libro di Jean-Noël Schifano
“Dictionnaire amoureux de Naples”, che, in quasi 600 pagine, racconta la vera identità di Napoli,
smantellando pregiudizi e luoghi comuni.
Il progetto di crowdfunding SOS Partenope è stato
presentato per la prima volta al pubblico il 3 ottobre del 2016 all’Istituto francese di Napoli, con
l’autore e l’editrice.
Il giorno dopo,
4 ottobre all’Istituto Campo del Moricino per rinsaldare il
legame tra Napoli e le nuove generazioni e ancora al Liceo Don Milani di San Giovanni a Teduccio.
Il 14 novembre è stato riproposto a Made in Cloister, alla presenza, tra gli altri, di uno speciale
ambassador, Eugenio Bennato.
La mostra
SOS Partenope. 100 artisti per il libro della città
Per sostenerlo, in collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune di Napoli, è nata
la mostra
SOS Partenope. 100 artisti per il libro della città
, inaugurata, la primavera scorsa, al
Castel dell’Ovo.
Una chiamata alle arti” cui hanno risposto
autori
di differenti generazioni, dai
ventenni ai novantenni da tutt’’Italia e anche dall’estero. La mostra è stata, in seguito, ospitata dalla
Basilica di San Giovanni Maggiore e al centro Orafo La Bulla (zona Mercato).
I donatori hanno offerto 200 euro in cambio di un’opera. Sulla piattaforma Meridonare, nella prima
tappa della campagna, sono stati raccolti 10. 540 euro destinati alla traduzione e all’acquisizione dei
diritti di pubblicazione da Plon che in Francia ne ha pubblicato finora quattro edizioni (la quarta nel
2016). La traduzione italiana è in corso: a realizzarla, le allieve dell’Università Suor Orsola
Benincasa di Napoli, guidate dal professore Alvio Patierno.
L’autore
Unico francese cittadino onorario di Napoli, lo scrittore e traduttore Jean-Noël Schifano, che ha
diretto l’istituto francese di Napoli negli anni novanta organizzando esposizioni, dibattiti e rassegne,
ha appena pubblicato in Francia per la casa editrice parigina Gallimard “Le corps de Naples.
Nouvelles chroniques napolitaines” (Il corpo di Napoli. Nuove cronache napoletane). Ancora un
libro che testimonia il suo grande amore per la città del Vesuvio, come il Dictionnaire, che in
italiano sarà tradotto con il titolo “Dizionario appassionato di Napoli”. Ottanta storie per descrivere
una civiltà millenaria, unica al mondo.
Ilmondodisuk
Ilmondodisuk nasce nell’estate 2008 da una scommessa di Donatella Gallone, giornalista
napoletana con esperienza nella carta stampata dall’inizio degli anni ottanta e nel settore
radiofonico (Radiouno e Radiotre). L’idea: esportare il talento di Napoli nel mondo operando su
fronti differenti: portale, magazine on line, casa editrice.
L’associazione VerginiSanità
L’associazione VerginiSanità
nasce nel 2010 con l’intento di promuovere la realizzazione di progetti
integrati finalizzati al recupero ed alla riqualificazione del contesto urbano dell’area del Borgo dei
Vergini e della Sanità: tutela, valorizzazione e recupero del patrimonio ambientale ed architettonico
quali strumenti per migliorare la vivibilità, la sicurezza e la crescita sociale. Nel 2014
ha preso in
gestione i locali in via Arena Sanità, con l’obiettivo di promuovere e valorizzare il sito archeologico
presente nei locali sottostanti, portato alla luce e all’attenzione della comunità scientifica
.
Nell’ottobre 2015 è stata presentata alla stampa, in accordo con la competente soprintendenza
archeologica, la scoperta e l’identificazione di un tratto dell’
Acquedotto Augusteo del Serino
,
un’infrastruttura di epoca romana tra le più imponenti del mondo antico.
Due ponti-canale affiancati, riconducibili a quelli meglio conosciuti dei Ponti Rossi, sono stati
rinvenuti nei locali sotterranei del Palazzo Peschici-Maresca, di proprietà dell’Arciconfraternita dei
Pellegrini. Le prime ipotesi di studio hanno trovato le più ampie conferme, sia da fonti letterarie che
da indagini dirette. La successione di pilastri e arcate in laterizi e tufo costituisce un’evidenza
archeologica di eccezionale interesse per ubicazione, complessità e peculiarità costruttive, pur
rappresentando quantitativamente meno di un millesimo del percorso totale dell’Acquedotto, che si
sviluppa per circa 100 km, dalle sorgenti del Serino fino alla Piscina Mirabilis a Miseno.
Intervento musicale di Aurora Giglio
Aurora Giglio, direttrice dell’associazione MusiCapodimonte. Cantante, attrice partenopea, docente
di musica, diplomata al conservatorio. Nelle sue esibizioni, recupera antico repertorio tradizionale,
utilizzando una tecnica di emissione vocale funzionale all’esecuzione “acustica” e avvalendosi come
sempre della collaborazione di musicisti professionisti. All’acquedotto sarà accompagnata dalla
fisarmonica di Vittorio Cataldi.
La serata chiuderà con un piccolo rinfresco, in collaborazione con due realtà del Borgo dei Vergini:
la Bottega del Vino” di Marco Esposito e “la Frutteria” di Antonio e Clara Lenti, nello spirito di
collaborazione e sinergia che da sempre contraddistingue la valorizzazione del territorio.
Info e contatti:
ufficio stampa VerginiSanità: Anna Mazza
ufficio Stampa SOS Partenope: Francesca Panico

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie daMostre