Vai a…

Napoli Art Magazine on LinkedInRSS Feed

18 novembre 2017

mercoledì 15 novembre, alle ore 18, il museo MADRE di Napoli, via Settembrini 79, (Sala delle Colonne,primo piano) ospiterà la presentazione in anteprima di Out of your own, il video di Valerio Berruti con la colonna sonora di Joan As Police Woman.


Mercoledì 15 novembre, ore 18.00 il museo MADRE (Sala delle Colonne,

primo piano) ospiterà la presentazione in anteprima di Out of your own, il

video di Valerio Berruti. A comporre la nuova video-animazione di Berruti

sono 110 disegni sul tema dell’infanzia, fonte di ispirazione ricoprente e

caratterizzante per l’artista, con la colonna sonora scritta appositamente

dalla celebre musicista americana Joan As Police Woman.

La proiezione sarà preceduta da un incontro con l’artista, in dialogo con Maria

Savarese, curatrice dell’omonima mostra in corso presso Al Blu di Prussia di

Napoli, e Paolo Mele, curatore del progetto video, introdotti da Andrea

Viliani, direttore del MADRE.

L’indagine  di Berruti svolta nella vide-animazione è l’evoluzione del progetto

Paradise Lost. L’ombra, l’innocenza e il sole nero, realizzato nell’autunno del

  1. La scoperta della propria proiezione è una delle rivelazioni più

sorprendenti per un essere umano: il piccolo protagonista delle opere di

Berruti gioca con la sua ombra, ne scopre il lato misterioso, affronta la

paura e la supera con leggerezza: metafora dell’atteggiamento che ognuno

dovrebbe forse continuare ad assumere con il proprio lato più oscuro.

“È molto importante per me scegliere una colonna sonora per le mie video

animazioni – spiega Berruti – e ho avuto la fortuna di ricevere musiche scritte

da autori che stimo profondamente. Penso a Francis Lai, premio Oscar per la

colonna sonora del film Love Story, che ha composto per me il meraviglioso

tema della videoanimazione E più non dimandare. Tre anni più tardi, mentre

lavoravo a La figlia di Isacco per la Biennale di Venezia, non smettevo di

ascoltare Paolo Conte. È stato spontaneo, quindi, chiedergli di collaborare ad

un’installazione fortemente influenzata dalla sua musica nel momento esatto in

cui la stavo creando. La stessa cosa è avvenuta con Ryuichi Sakamoto mentre

lavoravo su Kizuna. Senza la sua musica l’opera non sarebbe stata completa,

avrebbe avuto un’anima immobile”. “Joan As Police Woman padroneggia gli

strumenti musicali con la stessa disinvoltura con cui Berruti passa da un

medium a un altro” – dichiara Paolo Mele, curatore del progetto video – “e se la

prima spazia tra i generi musicali, il secondo lo fa tra quelli artistici. Ma c’è

(almeno) un altro legame che accomuna i due artisti, ed è la capacità di andare

oltre il tempo, o, piuttosto, di fermarlo.”

A partire dal 16 novembre il video sarà visibile presso lo spazio

multidisciplinare Al Blu di Prussia, nell’ambito della mostra personale di

Berruti.

 

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie daMostre