Vai a…

Napoli Art Magazine on LinkedInRSS Feed

19 settembre 2017

“Una lunga e perenne miniera” una poesia di Domenico Livigni


Passo dopo passo,
un cieco per strada
calpesta quella mala erba
intrisa di fango e di rimpianto,
quello stesso fusto verde
di cui si cibava giorno dopo giorno
per sostenere le proprie esclusioni.
Percorrendo il suo cammino lentamente,
digiuna del suo domani
e gusta voci e sembianze
pittoresche e dense,
ponendo in esse il vestito della sopravvivenza.
La via a lui ignara,
diverrà la sua strada maestra
e gli amori a lui instabili,
germoglieranno piantagioni granitiche e pastose,
irrobustendo una proficua e futura visione giubilante,
avversa a quella cecità tediosa,
figlia d’un padre illegittimo
e signora d’una lunga e perenne miniera.

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie daDomenico Livigni Collezionista