Vai a…

Napoli Art Magazine on LinkedInRSS Feed

18 agosto 2017

Domenica 6 agosto dalle ore 16 – Dum Dum Republic, via Laura Mare, Capaccio-Paestum (Salerno) ARIANO FOLKFESTIVAL ANTEPRIMA AL DUM DUM REPUBLIC España Circo Este in concerto Il tango-punk del “Tour della Maleducazione Warm up: selezioni roots Nomad Set


Al Dum Dum Republic l’anteprima dell’Ariano FolkFestival 2017. Due universi, due realtà radicate sul territorio campano, ognuna con la propria identità ben definita, che si contaminano in un’architettura sonora trasversale. Il risultato? Una performance unica e trascinante. Protagonista, domenica 6 agosto dalle ore 16, sarà la world music, in un incontro di popoli e culture, con una visione aperta in tipico stile Dum Dum che reinterpreta il rapporto tra musicista e pubblico, senza separazioni né barriere,  lontani dal mainstream e dall’omologazione.

La playa del beach club che sorge tra terra e mare, all’ombra dell’area archeologica dei templi di Paestum, in linea con le “esigenze musicali ed umane” del progetto etno-culturale, ospiterà la preview della XXII edizione del Festival in cartellone dal 17 al 20 agosto ad Ariano Irpino, punto di riferimento in Europa e nel Mediterraneo che in oltre 20 anni ha raccolto oltre 200 band provenienti da tutto il mondo.

Musica che è dialogo e integrazione, ballando a piedi nudi con le selezioni roots del Nomad Set, per proseguire poi con il suggestivo concerto al tramonto degli España Circo Este e il tango-punk del “Tour della Maleducazione”.

Una carovana musical-circense, con un live folle e potente, che si snoda tra tango, cumbia e reggae che esplodono dal vivo,  fra lo stoner ed il balkan, attraverso una ritmica punk, in un crossover unico di generi che ha dato forma ad un sound originale, ribattezzato Tango-Punk.

Il loro secondo album Scienze della Maleducazione,  uscito lo scorso 20 gennaio, è la risposta della band a come poter provare a cambiare e destabilizzare una società sempre più anemica e apatica, che cerca di coprire le naturali sfumature di ognuno di noi con medicinali e metodi artificiali. Imparare e insegnare la maleducazione come risposta che assume caratteristiche provocatorie. “Scienze dell’educazione è per noi l’essere imperfetti per ambire alla pura bellezza. Un piccolo promemoria sonoro, per non perdersi e non perdere”, sottolinea la band, composta da Marcelo (voce e chitarra), Jimmy (batteria, percussioni, voce), Ponz (basso, voce), El Don (Fisarmonica, violino).

Da Buenos Aires all’Italia. Appena 4 anni e oltre 400 i concerti in Italia e in  Europa, suonando fin dagli esordi su molti dei palchi più ambiti d’Italia (Sherwood Festival, Goa Boa, Beat Festival, A.M.A. Summer Music Festival, Carroponte, Arezzo Wave Love Festival…), due concerti insieme al grande Manu Chao (Autodromo di Monza e Roma), un mini tour di tre date da supporto ufficiale ai Gogol Bordello ed altri opening act a grandi nomi della musica internazionale (Dubioza Kollektive, Hey Moon Shaker, Shaggy).

Tutto ha inizio nel 2013 quando gli España Circo Este pubblicano l’Ep Bucatesta, andato più volte in ristampa senza alcuna distribuzione e promozione ufficiale. Il Bucatesta Tour arriva a 114 concerti in appena un anno: un viaggio lungo tutta l’Italia per oltre 80.000 km, con in mezzo anche un mini tour in Spagna. La Revolution del amor è il loro primo full lenght che esce il 16 gennaio 2015, edito da Treid Records e distribuito da Goodfellas. L’album riscuote ottimi riscontri sia da parte della critica che da parte del pubblico: a fine aprile 2016 solo già ben tre le tirature de La Revolucion Del Amor sold out. Racconta la “rivoluzione” di un uomo che, per amore di una donna, mette in gioco la sua vita e cambia lo status quo della modernità, lottando contro chi è al potere: un potere conquistato con promesse che nascondono il rovescio della medaglia, ovvero conformismo, qualunquismo, arrivismo, collusioni, negazione di diritti, dignità e libertà.Contemporaneamente con l’annuncio della prima ristampa del loro debut album, a settembre 2015 si conclude il “La Revolucion Del Amor Tour”: 85 concerti in 7 mesi in 6 diversi stati europei (Italia, Svizzera, Austria, Danimarca, Germania, e Repubblica Ceca).

A fine ottobre 2015 gli Espana Circo Este presentano il nuovo video e singolo “Margherita Mia” e cominciano il Tango Punk Tour: altre 30 date che li porterà fino a fine febbraio 2016 a suonare in alcuni dei più rinomati club italiani, come New Age di Roncade, Il Circolone di
Legnano, il Vibra di Modena, ect. A dicembre 2015 partecipano alla puntata natalizia di Caterpillar AM su Radio 2 e per tre settimana il brano Margherita Mia è tra le Top20 della indie radio chart. Il 29 dicembre 2015 gli Espana Circo Este, con il brano “La Revolucion De L’amor”, sono protagonisti di una performance live nel secondo episodio della serie TV “Tutto Può Succedere”, con oltre 4 i milioni di spettatori ad assistere alla loro performance in prima serata su RAI 1.
Dopo una breve pausa, in primavera del 2016 comincia il #FAMILYDEI EU TOUR: 50 date da marzo a fine estate sia in Italia che in Europa (Germania, Austria, Belgio, Svizzera ed Olanda) e la partecipazione ad alcuni dei più importanti festival musicali europei, come l’Home Festival
di Treviso, l’Hafenfest di Amburgo, il Breminalia a Brema, il Passpop ed il Lowlands in Olanda).
In autunno 2016 la band interromperà le attività live per dedicarsi alle registrazioni del loro nuovo album che uscirà nel 2017 per la Garrincha Dischi (Lo Stato Sociale, Ex Otago, L’Orso, Officina della camomilla, ….).

 

 

Info e prenotazioni:

  1. +39 0828 851895

Fb. https://www.facebook.com/pages/dum-dum-republic-paestum/70414083309?fref=ts

Web. www.dumdumrepublic.com

 

Ufficio Stampa

BARBARA LANDI

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie daMusica